Fra Wild

The meeting between Man and Mountain

Backcountry on Piz Piot 3053m

Type of itinerary: crosses steep slopes
Difficulty: MS [difficulty scale]
Exposure prevailing: North
Starting Point (m): 2156
Maximum / maximum content (m): 3053
 Altitude difference(m): 900

Starting location: Juf (Val d’Avers)

Approach: Chiasso, Bellinzona, A13, exit 26 (Rofla), Avers Juf at the end of the road.

Itinerary description:

Siamo partiti alle 8 da Juf, il paese più alto d’europa e abbiamo seguito il fondovalle della Jufer Alpa in direzione SE fino a Planjent Q. 2265. Oggi non è presente nessuna traccia,le temperature sono molto basse e l’avvicinamento è stato più lungo del previsto; il bollettino valanghe riporta rischio 3 e dai 2300m c’è al suolo oltre 1 metro di neve fresca, in parte accumulata dal forte vento dei giorni precedenti, ma l’itinerario è abbastanza sicuro e quindi decidiamo di proseguire.

Abbiamo risalito il Jufer Rhein tenendoci sul lato est e superato una breve ma ripida gola verso SW raggiungendo gli ampi pendii sottostanti la vetta.

Dopo una breve sosta parzialmente al riparo dal forte vento proseguiamo in direzione del Piotjoch (2822m) per ampi pendii senza raggiungerlo, ma puntando al ripido pendio E che conduce alla cresta N. A pochi metri dalla cresta siamo sorpresi da una forte scossa di assestamento WHOOM, che fa tremare l’intero pendio sotto i nostri piedi e dopo qualche attimo di  panico raggiungiamo velocemente la cresta tirando un sospiro di sollievo. L’idea iniziale era di scendere dal ripido pendio del versante N ma dopo quest’ultimi avvertimenti facciamo la saggia scelta di fermarci alla cima W e scendere dal percorso di salita.

La discesa è stata a dir poco stupenda su ottima neve farinosa e grazie alle ottime condizioni siamo riusciti a sciare buona parte del lungo avvicinamento iniziale.

 

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2017 Fra Wild

Theme by Anders Norén