Fra Wild

The meeting between Man and Mountain

Backcountry on Chilchalphorn 3040m

Itinerary type: wide slopes
Difficulty: MSA [difficulty scale]
Exposure preval. Downhill: Various
Starting point (m): 1620
Peak sum / maximum quota (m): 3040
Total slope (m): 1420

Departure location: Hinterrhein (Hinterrhein, Hinterrhein)

Support points: San Bernardino, Splugen

Cartography: Skitourenkarte San Bernardino 1: 50,000 (sheet 267)

Access: After passing the S.Bernardino Tunnel exit at Hinterrhein and reach the center of the village where you park your car.
Unfortunately, snow can often be windy.
At the top a modern weather detection antenna does not take away the beauty of the 360 ° panorama

Itinerary description:
Siamo partiti alle 8 dal caratteristico villaggio di Hinterrhein ed abbiamo risalito i primi bei pendii posti alle spalle del paese,mantenendoci sulla destra (or) del torrente Rappierbach. Le temperature quest’oggi sono molto rigide (-8 alla macchina), ci sono circa 60cm di neve fresca e non c’è nessuna traccia, condizioni perfette a parte il fatto che dovremmo faticare molto più del previsto.

Proseguiamo verso ovest passando da Nugademli (1817m) ed in seguito dall’abitato di Chilchalp (2082m),  superando un ripido ma breve pendio alle spalle dello stesso, che ci ha permesso di immetterci in una valletta, da cui con persorso evidente si raggiunge il Chilcalp Glacier e ci si porta alla base del pendio finale.

Arrivati in prossimità di una piccola conca riparata del gelido vento che caratterizza questa splendida giornata invernale decidiamo di fare la prima ed unica sosta della giornata, ma dopo una decina di minuti siamo costretti a rimetterci in cammino a causa delle temperature estremamente rigide che ci hanno provocato dolorosi geloni alle mani. In breve arriviamo alla base dell’ultimo ed abbastanza ripido pendio finale, che solitamente si aggira puntando verso nord in direzione del Chilchalplücke (2813m), ma dopo una breve pausa di riflessione decidiamo di risalirlo direttamente, a causa dell’abbondante innevamento che sta mettendo a dura prova la nostra progressione.

Avanziamo con circospezione, tenendoci a distanza dai ripidi pendii sotto la cuspide sommitale e dopo un delicato traverso un poco esposto abbiamo raggiunto la cresta nord; lasciati scii e tavola qualche decina di metri sotto la vetta abbiamo proseguito a piedi per l’ultimo tratto, accompagnati da un forte vento a da temperature di circa -20 gradi.

Raggiungiamo l’omino di vetta e dopo aver scattato qualche foto torniamo velocemente al deposito scii; prepararsi alla discesa in balia di questo forte vento tagliente diventa davvero impegnativo, ma in breve siamo pronti e date le condizioni odierne la sofferenza sarà ricambiata da 1400m di discesa su neve fresca immacolata.

 

Next Post

Leave a Reply

© 2017 Fra Wild

Theme by Anders Norén